Manutenzione zanzariere: consigli utili

Se in casa hai le zanzariere, sai bene che, soprattutto con l’avvicinarsi di stagioni come la primavera e l’estate, il problema dello sporco e della polvere aumenta in maniera esasperante. In questo post scoprirai come fare una manutenzione per zanzariere adeguata.

Tieni a mente che la zanzariera deve essere sostituita nel momento in cui noterai una deformazione rispetto al corretto assetto originario o se la struttura presenta strappi di vario tipo. In questo caso dovrai considerare l’eventualità di cambiare solamente la rete, sebbene potresti valutare di intervenire aggiustandole e renderle nuovamente funzionanti.

Se le zanzariere sono esposte al sole e alle intemperie già da lungo tempo, nulla esclude che potrebbe esserci bisogno di sostituirle.

Il momento ideale per effettuare una pulizia delle zanzariere certamente è quello in cui si manifestano i maggiori accumuli di sporcizia, ma per evitare questa sgradevole contingenza, è bene eseguire la manutenzione delle zanzariere almeno tre volte l’anno.

Se dovessimo ipotizzare un periodo ideale, come già accennato, sarebbe al termine della primavera, subito prima dell’estate.

Quando le zanzariere diventano molto sporche, la circolazione dell’aria ne risulta ostacolata e le condizioni igieniche della casa diminuiscono: per evitare che ciò accada e per assicurarti di vivere serenamente la tua vita domestica, devi effettuarne la corretta e costante manutenzione.

Affinché le zanzariere presenti su porte finestre siano sempre come nuove e preservino il loro corretto funzionamento nel tempo, dovresti intervenire effettuando la pulizia standard almeno ogni tre mesi.

Nel pulire le zanzariere dovrai essere paziente e accurato, poiché si tratta di oggetti estremamente delicati e soggetti a rotture e buchi. Ma come è possibile intervenire pulendo e facendo manutenzione in maniera corretta sulle zanzariere senza rischiare di danneggiarle?

Sicuramente, per prima cosa, ti consigliamo di smontarle e se ciò non sarà possibile, esistono comunque altre tecniche per averle sempre al top.

Lubrificare zanzariera: come fare

Durante la manutenzione ordinaria delle zanzariere dovrai prendere dei piccoli accorgimento per essere certo che siano sempre in grado di garantirti protezione e igiene anche attraverso il corretto passaggio dell’aria.

Inoltre, affinché la tua zanzariera scorra correttamente, sei tenuto a lubrificarla con regolarità. Ma quali sono gli accorgimento da adottare per essere certo di effettuare sempre una corretta manutenzione della zanzariera? Vediamolo insieme.

Per prima cosa, se la zanzariera è a scorrimento devi pulire le guide per evitare che elementi esterni di varia natura e la polvere vi si accumulino danneggiandone il funzionamento. Presta particolare attenzione soprattutto nel caso in cui siano presenti delle guide mobili. Per ripulirle dalla sporcizia senza rischiare di sforzarle e romperle, potresti affidarti all’aria compressa per poi lubrificarle ad hoc. In questo modo potrai pulirle evitando di usare prodotti grassi od oleosi i quali non farebbero che favorire gli accumuli di sporcizia peggiorando il problema.

In secondo luogo, devi lubrificare la zanzariera in tutte le parti meccaniche e le modalità per farlo correttamente sono le medesime di cui abbiamo parlato sopra. La pulizia della rete è basilare poiché si tratta di un elemento che svolge un compito essenziale, quindi puoi utilizzare l’aria compressa o l’aspirapolvere per rimuovere polveri ed elementi esterni, stando attendo a dosare bene la forza impressa ed evitare di danneggiare la zanzariera.

Una volta eliminato lo sporco, usa una pezza bagnata imbevuta con un detergente neutro o una spazzola idonea: nei modelli di zanzariera a scorrimento bada che la rete sia perfettamente asciugata a dovere prima di riavvolgerla.

Per quanto concerne le parti in alluminio, utilizza un panno bagnato e un sapone neutro, oppure procedi con un apposito spray per pulire. In ogni caso, ricorda sempre di evitare di usare prodotti come solventi, acidi, alcol, diluenti e ogni potenziale abrasivo, poiché correresti il rischio di rovinare sia i meccanismi sia la rete presente nella zanzariera.

La manutenzione zanzariere effettuata con cura, costanza e regolarità con cadenza almeno trimestrale, non solo ti consentirà di godere del corretto funzionamento, ma anche di allungarne la vita, risparmiando su costi maggiori o direttamente sulle sostituzioni.

Se possiedi zanzariere fisse, va da sé che non potrai rimuoverle per pulirle. Si tratta di modelli adatti alle finestre alte o usati in ambienti interrati e la loro corretta manutenzione fondamentale per assicurarti una sana e ottimale circolazione dell’aria.

Le zanzariere fisse non potranno essere smontate, per pulirle avrai quindi bisogno di acqua, aceto, detergente neutro o sgrassatore delicato, un pennello a setole morbide e un panno in microfibra. Potresti anche utilizzare aspirapolvere e scopa a vapore, per poi asciugare la zanzariera con il panno in microfibra.

Se invece a casa tua hai zanzariere a rullo o plissettate, dovrai tenere conto che le prime sono formate da un telo a fisarmonica con apertura regolabile, mentre le seconde sono si avvolgono in un rullo con guide laterali.

Le zanzariere plissettate potranno essere pulite prestando particolare attenzione, perché sono abbastanza delicate e vantano una forma che purtroppo, per quanto belle e comode, favorisce l’accumulo di sporcizia e polvere. Le pulirai agevolmente utilizzando una bomboletta ad aria compressa, un panno in microfibra e un pennello apposito.

Pulirai le guide con bomboletta d’aria compressa ed eliminerai la polvere passando il pennello in modo delicato, stando attendo a non rompere alcuna parte: nel caso in cui ciò non basti per eliminare gli elementi di sporco, puoi usare un’aspirapolvere, poi usa acqua e aceto sulla superficie delle zanzariere e dopo aver lasciato agire, asciuga bene l’elemento con il panno in microfibra.

Zanzariere: la manutenzione è ordinaria o straordinaria? Spetta al locatore o al conduttore?

Tutte le abitazioni sono caratterizzate dal fatto di dover eseguire manutenzioni ordinarie e straordinarie, sia che si tratti di appartamenti in affitto sia di case di proprietà.

Anche nel caso delle zanzariere esiste una manutenzione ordinaria e straordinaria che richiederà una serie di interventi per mantenerne il corretto funzionamento nel tempo. Si tratta di prendere misure necessarie perché tu possa vivere in modo sicuro e sano dentro le mura domestiche.

Nel caso della manutenzione ordinaria delle zanzariere, sei tenuto ad adottare una serie di semplici accorgimenti che non richiedono di dover avvisare condomini o amministratore, come invece occorrerebbe fare nel caso di alcuni interventi straordinari che potrebbero modificare significativamente alcune parti della casa.

Soprattutto nel caso delle case in affitto, è necessario che locatore e conduttore stabiliscano quali interventi di manutenzione zanzariere sono a carico dell’uno e quali dell’altro. In un discorso più ampio e generico inerente le manutenzioni, questo potrebbe essere preventivamente deciso nel momento della stipulazione del contratto d’affitto.

Secondo la regola generale, la manutenzione delle zanzariere è di tipo ordinario e concerne l’installazione delle stesse sulle finestre o sulle porte e tutto ciò che riguarda la pulizia e la lubrificazione.

Si tratta di lavorazioni che non intaccano l’aspetto originale della casa o l’assetto della stessa ma, al contrario, sono utili per apportare migliorie e mettere in sicurezza gli inquilini.

Gli interventi di manutenzione straordinaria, invece, sono quelli che apportano profonde modifiche strutturali alla dimora, ad esempio, aggiungendo parti costruttive, modificando stanze, balconi, ecc… e richiedono un’autorizzazione ad hoc nel caso si tratti di parti comuni.

Nel caso specifico in cui tu debba eseguire la manutenzione ordinaria zanzariere e sei in affitto, devi tenere conto che si tratta lavori legati all’usura delle parti in uso e pertanto, sarai tu a dover sostenere le spese, in qualità di affittuario.

Tieni comunque conto del fatto che le zanzariere spesso sono composte più da parti meccaniche che tecnologiche e ciò significa che tu stesso potresti eseguire le regolari manutenzioni senza troppa difficoltà o avere competenze specifiche.

Le manutenzioni ordinarie zanzariere fanno parte della vita della casa, sarà necessario eseguirle con costanza in modo da viverci in maniera confortevole e sana e infine, sono utili per posticipare interventi di maggiore portata che sarebbero sicuramente più costosi.

Le spese che riguardano le manutenzioni ordinarie zanzariere sono sempre a carico del conduttore. Infine, ricorda anche che se decidi di intervenire apportando migliorie a casa tua, attualmente sono presenti una serie di agevolazioni fiscali che ti consentiranno di sostituire e sistemare le zanzariere di casa risparmiando sui costi in maniera davvero conveniente e sostanziale.

Lascia un commento