Il portale italiano sulla zanzariera

Manutenzione zanzariere plissettate: consigli utili

Manutenzione zanzariere plissettate: consigli utili

Sono in tanti a domandarsi come pulire le zanzariere plissettate, poiché la struttura della rete è differente da quelle tradizionali a molla. In realtà, al contrario di quanto tu possa pensare, la corretta manutenzione delle zanzariere plissettate è più semplice di quanto possa sembrare.

È importante tenere a mente che, affinché sia assicurata la funzionalità della zanzariera a lungo nel tempo, la pulizia deve essere eseguita in modo corretto e costante.

Come pulire la zanzariera plissettata?

Per pulire in modo idoneo la zanzariera eliminando lo sporco sia dalla rete sia dalle guide, innanzitutto, devi raccogliere il telo lasciando un po’ di spazio tra le pieghe e con un movimento che parte dall’alto verso il basso, devi passare il vaporetto o l’aspirapolvere.

Come già accennato, se il tuo desiderio è di eliminare ogni traccia di polvere o residuo effettuando una corretta manutenzione delle zanzariere devi essere bravo a tenerle in condizioni ottimali a lungo nel tempo.

Come ben sai, le zanzariere devono esser usate durante tutte e quattro le stagioni, inverno incluso, poiché il solo fatto di utilizzarle è una prima forma di manutenzione delle stesse.

Se decidessi di tenerla sempre abbassata, infatti, il cassonetto delle zanzariere in cui è avvolto il telo resterebbe sempre vuoto favorendo l’accumulo di polvere, residui e sporco: questi tenderebbero a incastrarsi nei meccanismi rendendone ardua l’eliminazione e finendo per danneggiarne il regolare funzionamento.

Ricordati quindi di movimentarele con regolarità e tieni presente che, all’interno del cassonetto, alcuni modelli di zanzariere presentano delle spazzole che, sebbene in maniera lieve, sono utili per pulire l’area.

Inoltre, non sottovalutare il movimento di avvolgere e svolgere la rete, poiché scoraggia insetti come le vespe a nidificare dentro il cassonetto ed eviterai la potenziale ostruzione e danno. Affinché le funzionalità delle zanzariere, anche quelle di ottima qualità, siano garantite a lungo nel tempo, dovrai usarle in maniera corretta.

Eseguire una pulizia costante ti aiuterà a favorire il cambio dell’aria in casa, in particolar modo tra aprile e luglio, mesi durante i quali i pollini presenti nell’aria tenderanno a sporcare la rete in maniera più incisiva.

Per prima cosa devi pulire la guida presente sul pavimento: si tratta di una guida inferiore che si trova a terra e che può essere diversa in base al fatto che il modello sia da 3 mm o da 7 mm. In essa, polvere e sporco tendono ad accumularsi e per evitare che ciò accada, la guida dovrà essere lavata ogni volta che effettuerai le pulizie domestiche tradizionali, usando un’aspirapolvere dotata di beccuccio ad hoc.

In secondo luogo, devi procedere pulendo la rete plissettata con un’aspirapolvere dotata di apposita spazzola e insistendo in modo specifico intorno alle pieghe della rete, punto in cui hanno luogo i maggiori accumuli.

Essendo realizzata in materiale di poliestere, la rete plissettata non può assolutamente essere lavata con prodotti come solventi, aceto, oli, acidi o alcol, i quali, essendo aggressivi, potrebbero danneggiarla. Dopo aver aspirato sporco e polvere dalla rete con l’aspirapolvere, devi prendere un panno in microfibra imbevuto d’acqua, un detergente liquido delicato per poi passarlo sulla parte:

  • raccogliendo quasi del tutto la zanzariera plissettata, lasciando più o meno 20 centimetri di rete;
  • passando con estrema delicatezza il panno dall’alto verso il basso;
  • stando attendo a non premere troppo sulla rete ed eseguire il movimento dall’alto verso il basso, presta sempre attenzione a non fare fuoriuscire le guide;
  • lasciando asciugare la rete disponendola in modo completamente teso;
  • lavando le parti in alluminio utilizzando un panno imbevuto con la medesima soluzione composta da acqua e altro prodotto neutro.

La terza fase prevede di fare manutenzione della zanzariera plissettata lavandola con il vaporetto. Devi tenerti a una distanza di sicurezza, dopo di che, la forza pulente del vapore sarà tale da eliminare ogni possibile impurità presente, facendo sembrare la zanzariera come nuova.

Esegui una corretta manutenzione zanzariere direzionando il vaporetto contro la rete, in modo che la potenza favorisca il distacco dello sporco. Una volta eseguita la procedura completa, non dovrai fare altro che asciugare le zanzariere con un panno morbido, in modo da non lasciare tracce o aloni.

Manutenzione zanzariere plissè: Come regolarle?

Nel caso in cui la zanzariera smetta di scorrere, per prima cosa dovresti pulire la guida con un pennellino o una bomboletta d’aria compressa, che potrai trovare da un qualsiasi ferramenta. Potrebbero essere presenti detriti, polvere o altri residui e pertanto dovrai tenere fermi i cavi ad alta resistenza che si trovano nella guida e sollevare lievemente la barra che usi sia per aprire sia per chiudere la zanzariera.

Spruzza uno spray lubrificante al silicone, in modo da liberare e far scorrere la zanzariera senza intoppi.

La rete va pulita usando piumini, stracci, detergente, acqua e bacinella: elimina la polvere presente sulla rete usando il piumino o un pennello evitando di fare pressione, perché rischieresti di fare fuoriuscire il telaio; passa la pezza detersa in acqua e detergente sulla rete, risciacquando spesso il panno e una volta pulita, lasciala asciugare.

La zanzariera plissettata è molto versatile e pratica in quanto regolabile in apertura, pertanto potrai fissarla in maniera agevole nelle posizioni di apertura e chiusura e una volta aperta, occuperà pochissimo spazio.

La zanzariera plissettata si chiude a fisarmonica grazie alla presenza di fili orizzontali, detti tiranti, che sono avvolti in una carrucola e che disciplinano l’avvolgimento della stessa, consentendone lo scorrimento su una catena posizionata sulla parte laterale superiore. Si tratta di un oggetto meccanico e poco tecnologico, ciò significa che sarà possibile intervenire per regolarla anche acquistando dai rivenditori i singoli pezzi come, ad esempio, i fili dei tiranti e la maglia.

Per regolare la zanzariera quando non chiude bene e il barra maniglia non è allineato con il montante, puoi provare a intervenire smontando il profilo porta calamita usando una chiave a brugola e facendo leva dall’alto, per poi proseguire con la liberazione del profilo calando lentamente verso il basso. Devi togliere anche il montante d’arrivo e poi tirare o allentare la tensione dei fili svitando la vite di regolazione in ottone: più tenderai i fili dall’alto, più il barra maniglia tenderà ad andare in quella direzione.

Puoi agire anche sull’accordatore che si trova nella parte bassa, in modo che la tensione sia allentata e il barra maniglia compensi i centimetri in più che ci sono in alto.

Non ci sarà bisogno di siliconare o fare spessore, poiché si verificherà una compensazione tramite gli angolari, lo spessore dei fili e i pattini: in questo modo il barra maniglia risulterà allineato con il montante.

Puoi testare la polarità del barra maniglia accostandogli il profilo porta calamita e, se le due parti si attaccano correttamente significherà che la polarità sarà corretta, altrimenti occorrerà rovesciarlo, poiché la calamita è al contrario. Incastra il porta calamita al montante di arrivo spingendo verso il basso e regola e ferma i pattini fissandoli con la vite. I pattini compensano potenziali fuori squadro, pertanto devono essere regolati per far scorrere la zanzariera anche se ci sono differenze tra la parte alta e quella bassa.

Prendi le sicurezze e inseriscile nella carrucola in basso, così che la zanzariera resti nella guida anche nel caso in cui riceva un colpo accidentale: nel caso dovesse comunque fuoriuscire, reinseriscila nella relativa guida di scorrimento.

Catalogo Prodotti

Le migliori zanzariere
per la casa

Zanzariere ad apertura centrale, verticale, a molla, a plissè... trova da qui la più adatta per casa tua.

GUIDA GRATUITA

Quali sono le 8 caratteristiche che una zanzariera dovrebbe sempre avere?

Ci sono almeno 8 aspetti oggettivi imprescindibili da valutare prima di acquistare una zanzariera. Li trovi tutti all’interno di questo ebook scaricabile gratuitamente.