Il portale italiano sulla zanzariera

Bonus zanzariere: la guida completa

Bonus zanzariere: la guida completa

L’abbattimento dell’impatto ambientale dovuto alle abitazioni è un punto ampiamente discusso che ha portato l’Unione Europea a stanziare numerosi incentivi allo scopo di incrementare l’efficienza energetica abitativa.

Tali incentivi, in Italia, rimandano anche al settore delle zanzariere grazie al Bonus del 50% stanziato dal Governo per l’installazione di questi infissi. Il Bonus è stato rinnovato proprio nel 2022 (prima aveva la denominazione di Ecobonus 65%) e in questo articolo cercheremo di comprendere al meglio cosa fare per approfittare degli sgravi fiscali in seguito all’acquisto di una nuova zanzariera.

L’installazione di nuove zanzariere permette di accedere al Bonus zanzariere

Le 3 agevolazioni fiscali dedicate alle zanzariere

Attualmente l’installazione delle zanzariere permette di accedere a 3 distinti sgravi fiscali:

Va precisato che ognuna tra queste agevolazioni viaggia su binari separati pertanto è possibile richiedere più di un incentivo in base ai lavori da effettuare nell’abitazione.

Se ad esempio viene richiesto il Superbonus per effettuare il rivestimento dell’abitazione è possibile richiedere anche il Bonus 50% per l’installazione delle zanzariere.

La detrazione 50% per le zanzariere: come funziona?

La detrazione fiscale per le zanzariere consiste in una riduzione delle imposte IRPEF o IRES per tutti gli interventi che richiedono la sostituzione di infissi ad alta efficienza energetica – tra cui anche le tende da sole e alcuni modelli di zanzariera.

In linea di massima i rimborsi sono erogati in rate di uguale importo ripartite in un totale di 10 anni in fase di dichiarazione dei redditi.

Quali zanzariere rientrano nelle detrazioni fiscali?

Non tutte le zanzariere permettono di accedere agli sgravi fiscali.

È necessario innanzitutto che tali infissi posseggano una speciale rete con schermatura solare e un indice GTOT inferiore a 0.35 punti.

Le zanzariere con schermatura solare hanno una rete che apparentemente risulta essere molto simile a quella classica.

In realtà le maglie di questa rete sono metallizzate da un lato e proprio questa caratteristica permette di schermare i raggi solari e rendere l’ambiente interno più fresco.

L’indice GTOT viene calcolato da un Ente esterno all’azienda produttrice della zanzariera: se il valore è inferiore a 0.35 punti allora la zanzariera presenta un’efficienza energetica tale da poter accedere agli sgravi fiscali.

Ogni zanzariera, oltre che rispettare la certificazione GTOT, dovrà poi avere tali requisiti:

  • essere provvista della marcatura CE in modo da essere certificata e conforme agli standard di salute e sicurezza (documentazione rilasciata dall’azienda produttrice o dal rivenditore);
  • essere applicata a protezione di una vetrata
  • essere mobile ma non rimuovibile liberamente;
  • essere installata all’esterno della finestra, all’interno oppure integrata nell’infisso.

La sostituzione delle zanzariere rientra nelle agevolazioni?

Le detrazioni fiscali possono essere richieste solo per l’installazione di zanzariere ex novo. Risulta possibile effettuare una sorta di “rottamazione” delle vecchie zanzariere ma interventi di sostituzione della rete oppure riparazione della stessa non rientrano negli sgravi.

Le zanzariere garantiscono benefici a livello di risparmio energetico: vediamo perché

Oltre al risparmio dovuto alle agevolazioni fiscali le zanzariere con schermatura solare permettono un notevole risparmio in bolletta.

Grazie alla speciale rete che riduce il calore all’interno delle stanze è possibile risparmiare nel raffrescamento dell’abitazione garantendo un approccio più ecosostenibile dato da un minore impatto sull’ambiente.

Quali sono i requisiti tecnici per accedere al bonus zanzariere?

Le zanzariere con schermatura solare in possesso della certificazione GTOT inferiore a 0.35 punti rientrano nelle agevolazioni fiscali di Bonus 50%, Superbonus 110% e Bonus Facciate del 90%.

Oltre a ciò è necessario rispettare determinati requisiti nell’installazione:

  • l’immobile in cui installare le zanzariere dovrà essere legalmente accatastato e in regola con il pagamento di oneri e tributi;
  • le zanzariere dovranno essere montate in pianta stabile: non rientrano gli infissi liberamente smontabili;
  • gli sgravi non possono essere richiesti per edifici ancora in via di costruzione;
  • le zanzariere che sono rivolte verso Nord, Nord Est o Nord Ovest non rientrano nelle agevolazioni.

Chi può richiedere la detrazione fiscale per le zanzariere

In linea generale la richiesta del Bonus può essere effettuata da tutti i soggetti -privati o giuridici – che siano in possesso dell’immobile. Nello specifico la richiesta può essere inoltrata da:

  • il soggetto che usufruisce del Bonus 50% e paga l’intervento di installazione delle nuove zanzariere;
  • l’amministratore del condominio qualora si tratti di installare le zanzariere in una parte comune dell’edificio;
  • dall’intermediario su delega del soggetto interessato ossia dalla ditta o dal tecnico che si occupa di compilare la dichiarazione.

La richiesta può essere inoltrata anche da un inquilino di una casa in affitto previ accordi con il proprietario.

Qualora si dovessero avere dei dubbi a riguardo, soprattutto se si intende procedere in autonomia, è sempre bene affidarsi al proprio consulente di fiducia.

Catalogo Prodotti

Le migliori zanzariere
per la casa

Zanzariere ad apertura centrale, verticale, a molla, a plissè... trova da qui la più adatta per casa tua.

GUIDA GRATUITA

Quali sono le 8 caratteristiche che una zanzariera dovrebbe sempre avere?

Ci sono almeno 8 aspetti oggettivi imprescindibili da valutare prima di acquistare una zanzariera. Li trovi tutti all’interno di questo ebook scaricabile gratuitamente.